STENO (Roma, 19.1.1917 – ivi, 13.3.1988)

(regista, sceneggiatore)

Vero nome Stefano Vanzina. Adesso che c’è la giusta ma tardiva riscoperta di un gioiello comico come Febbre da cavallo, c’è finalmente la rivalutazione di Steno. Che durante la vita dovette lottare con l’ostracismo critico, perché il regista era reputato alla stregua dei puri mestieranti. E così mentre il pubblico lo seguiva in massa, la critica definiva corrività una passione straripante per il cinema. Steno era sceneggiatore e regista di cultura enorme, tanto da poter spaziare con divertita competenza tra il neorealismo, il cinema d’avventura, la parodia del western e dell’horror, il giallo, la commedia all’italiana. Con un talento puro per il comico, ammantato d’uno scetticismo che gl’impediva di prendere nulla sul serio e nel contempo lo portava a sperimentare, a ricercare nuovi stili e contenuti. Da sceneggiatore, insieme al gruppo del Marc’Aurelio, fondò il cinema comico italiano con Imputato, alzatevi!. Poi, da regista, avviò la carriera di tutti i più grandi attori comici italiani: Totò, Sordi, Chiari, Tognazzi, Franchi e Ingrassia, Buzzanca, Spencer, Pozzetto, Montesano, Villaggio, De Sica. Fu lui a girare il primo film italiano a colori, Totò a colori, affettuoso tributo personale al caro amico attore e capolavoro comico di ogni tempo. Fu lui a dare a Totò, Sordi, Spencer quella popolarità per creare maschere ormai leggendarie (Guardie e ladri, Un americano a Roma, Piedone lo sbirro). Fu lui a creare il genere del poliziottesco con La polizia ringrazia che era un film politico camuffato ed aveva un ritmo narrativo che invano cercheremmo nel paludato cinema d’autore. Fu lui (considerato autore di destra) a riportare i conflitti operai al centro della commedia all’italiana (Il padrone e l’operaio), facendo di un comunista e di un omosessuale i protagonisti de La patata bollente. E siccome passava per un regista convenzionale, fece un road-movie sottoproletario (L’Italia s’è rotta) e una pochade su un prete violentato (Dio li fa poi li accoppia). Con le preture, i treni, i commissariati, i guitti d’avanspettacolo, i paesi di provincia e la Roma più proletaria ha raccontato quarant’anni d’Italia  popolare con un sarcasmo che non era mai disgiunto da affetto e comprensione: ha irriso l’Italia fascista e quella della riscostruzione, l’Italia del boom e degli yuppies, ma ha sempre avuto rispetto per la povertà. Con la conoscenza dei tempi comici che aveva, aggirarsi nella sua filmografia è un piacere perpetuo: e se Totò cerca casa, Vita da cani, Guardie e ladri, Un giorno in pretura, Un americano a Roma, Piedone lo sbirro, Febbre da cavallo, Amori miei, La patata bollente sono ormai delle pietre miliari, ci sono ancora film come Totò e i re di Roma, Totò e le donne, L’uomo, la bestia e la virtù, Cinema d’altri tempi, Piccola posta, Susanna tutta panna, I tartassati, Totò diabolicus, Un mostro e mezzo, Arriva Dorellik, L’uccello migratore, Anastasia mio fratello, La poliziotta, Il padrone e l’operaio, L’Italia s’è rotta, Fico d’India, Mani di fata che chiedono di affiancarsi a loro. Ognuno può fare un suo elenco. Sarà interminabile, quanto le risate che i film continuano a procurarci.

FILMOGRAFIA (regia)

1949 Al diavolo la celebrità; Totò cerca casa; Vita da cani

1950 E’ arrivato il cavaliere!

1951 Guardie e ladri; Totò e i re di Roma (tutti in coll. con Mario Monicelli)

1952 Totò e le donne; Totò a colori

1953 L’uomo, la bestia e la virtù; Cinema d’altri tempi; Un giorno in pretura

1954 Le avventure di Giacomo Casanova; Un americano a Roma

1955 Piccola posta

1956 Mio figlio Nerone

1957 Susanna tutta panna; Femmine tre volte

1958 Guardia, ladro e cameriera; Mia nonna poliziotto; Totò nella Luna

1959 Totò, Eva e il pennello proibito; I tartassati; Tempi duri per i vampiri; Un militare e mezzo

1960 Letto a tre piazze; A noi piace freddo

1961 Psycosissimo; La ragazza di mille mesi; I moschettieri del mare

1962 Totò diabolicus; Copacabana palace

1963 I due colonnelli; Totò contro i quattro

1964 Gli eroi del West; Letti sbagliati; I gemelli del Texas

1965 Un mostro e mezzo

1966 Amore all’italiana (I superdiabolici); Rose rosse per Angelica

1967 La feldmarescialla (Rita fugge…Lui corre…Egli scappa); Arrriva Dorellik

1968 Capriccio all’italiana (ep. Il mostro della domenica)

1969 Il trapianto

1971 Cose di Cosa Nostra; Il vichingo venuto dal Sud

1972 La polizia ringrazia; L’uccello migratore; Il terrore con gli occhi storti

1973 Anastasia mio fratello; Piedone lo sbirro

1974 La poliziotta

1975 Piedone a Hong Kong; Il padrone e l’operaio

1976 L’Italia s’è rotta; Febbre da cavallo

1977 Tre tigri contro tre tigri (in coll. con Sergio Corbucci); Doppio delitto

1978 Piedone l’Africano; Amori miei

1979 Dottor Jekyll e gentile signora; La patata bollente

1980 Piedone d’Egitto; Fico d’India

1981 Quando la coppia scoppia; Tango della gelosia

1982 Dio li fa poi li accoppia; Banana Joe; Sballato, gasato, completamente fuso

1983 Bonnie e Clyde all’italiana; Mani di fata

1984 Mi faccia causa

1987 Animali metropolitani

FILMOGRAFIA (sceneggiatore)

1939 Imputato, alzatevi!; Lo vedi come sei?!…Lo vedi come sei?!; Eravamo sette vedove

1940 Il pirata sono io!; Non me lo dire!; Abbandono

1941 C’è un fantasma nel castello; La scuola dei timidi

1942 La donna è mobile; Labbra serrate

1943 L’avventura di Annabella; Tutta la città canta; Non canto più; Quartieri alti; Il viaggio del signor Perrichon; Due cuori tra le belve; Quarta pagina; Romanzo a passo di danza; Vivere ancora

1945 La vita ricomincia

1946 L’angelo e il diavolo

1947 I due orfanelli; Come persi la guerra; Lo sciopero dei milioni; Follie per l’opera

1948 L’eroe della strada; Fifa e arena; Totò al giro d’Italia

1949 Come scopersi l’America; Botta e risposta; Quel bandito sono io; I pompieri di Viggiù

1951 Accidenti alle tasse!; Anema e core; Vendetta sarda; L’inafferrabile 12; O.K. Nerone; Napoleone; E’ l’amor che mi rovina; Tizio, Caio e Sempronio

1952 Le infedeli; Don Lorenzo; Cinque poveri in automobile; Ragazze da marito

1954 Io sono la Primula Rossa (Il sanculotto)

1958 Totò, Peppino e le fanatiche

1960 Totò, Peppino e la dolce vita

1964 Le bambole (ep. Il trattato di eugenetica)

1965 Le belle famiglie

1966 Delitto quasi perfetto; Le piacevoli notti

1967 L’arcangelo

1970 Basta guardarla

1971 Armiamoci e partite

1972 Ettore lo fusto

1986 Italian Fast Food

FILMOGRAFIA (attore)

1942 Violette nei capelli; Soltanto un bacio

1953 Cinema d’altri tempi

1957 Femmine tre volte

1962 Totò diabolicus

1963 Totò contro i quattro

 

 

 (Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page