POZZETTO RENATO (Milano, 14.7.1940)

(attore, regista, sceneggiatore)

Ha avuto la fortuna, all’esordio con Per amare Ofelia, di incrociare la sua strada con un altro quasi debuttante, il regista Flavio Mogherini, che avulso dalla commedia all’italiana, gli ha cucito addosso un personaggio a tutto tondo, quello del ragazzo insicuro, stralunato e complessato (il film è un grottesco sul mammismo), che l’attore indosserà, con opportune varianti, per tutti gli anni seguenti. Pozzetto è stato interprete ideale di borghesi benestanti braccati dall’insicurezza sociale e morale. Tanto più l’attore era monolitico (ha un corpo massiccio, il volto quadrato, lo sguardo inespressivo), tanto più i registi si divertivano ad immergerlo in condizioni scabrose e pericolose: i suoi professionisti erano sempre in crisi (Il padrone e l’operaio, Mani di fata, Fico d’India), i suoi amori erano spesso omosessuali (La patata bollente, Culo e camicia) o transessuali (Nessuno è perfetto). S’è trovato a perfezione con Mogherini – abile a recuperare le sue origini di cabarettista, immergendole in un’atmosfera grottesca o rarefatta (Paolo Barca, Per vivere meglio divertitevi con noi) - Steno – con cui ha la possibilità di misurarsi direttamente con il contesto sociale (l’operaio Gandhi de La patata bollente è in assoluto il suo personaggio migliore) - e Festa Campanile, che sa disorientarne i costumi sessuali (Culo e camicia, Nessuno è perfetto, Porca vacca). Ma tutte le interpretazioni dei primi anni sono memorabili: Lattuada ne fa un candido ecologista in Oh, Serafina!; Samperi un soldato da fumetti in Sturmtruppen; Bolognini lo traveste da ballerina di provincia in Gran Bollito; per Corbucci è un poeta di campagna in Ecco noi per esempio; mentre con Lucidi può scatenare i suoi tormentoni in Due cuori una cappella. In seguito i suoi personaggi hanno assunto il cliché dell’imbranato cronico (ma il commissario di Giallo napoletano è un bell’esempio di straniamento comico) e dalla seconda metà degli anni ’80, appesantito nel fisico, imbolsito, ha cominciato a perdere i colpi, facendo sì che i produttori gli affiancassero altri comici: con Celentano, Montesano (Noi uomini duri) e Villaggio (Le comiche) funziona, con Verdone (Sette chili in sette giorni) proprio no. Ma quando l’interesse nei suoi confronti sembrava scemato è tornato felicemente in coppia con Cochi. Non ha mai recitato in un film drammatico (nel giallo di Clément  Baby sitter serviva ad alleggerire la tensione) ma è stato regista di film poetici e un po’ zoppicanti.

FILMOGRAFIA (interpretazioni)

1974 Per amare Ofelia; La poliziotta

1975 Paolo Barca maestro elementare praticamente nudista; A mezzanotte va la ronda del piacere; Due cuori e una cappella; Di che segno sei? (ep. Terra); Un sorriso, uno schiaffo, un bacio in bocca; Luna di miele in tre; Il padrone e l’operaio

1976 Oh, Serafina!; Sturmtruppen; Telefoni bianchi

1977 Ecco noi per esempio…; Gran bollito; Tre tigri contro tre tigri

1978 Io tigro, tu tigri, egli tigra; Per vivere meglio divertitevi con noi (ep. Non si può spiegare bisogna vederlo); Saxofone

1979 Agenzia Riccardo Finzi…praticamente detective; Giallo napoletano; La patata bollente; Tesoro mio; Sono fotogenico

1980 Fico d’India; Mia moglie è una strega; Zucchero, miele e peperoncino

1981 Culo e camicia (ep. Un uomo, un uomo e…evviva un donna); Nessuno è perfetto; Uno contro l’altro praticamente amici

1982 Porca vacca; La casa stregata; Ricchi, ricchissimi…praticamente in mutande; Testa o croce (ep. La pecorella smarrita)

1983 Mani di fata; Un povero ricco; Questo e quello

1984 Lui è peggio di me; Il ragazzo di campagna

1985 E’ arrivato mio fratello

1986 Grandi magazzini; Sette chili in sette giorni

1987 Da grande; Noi uomini duri; Roba da ricchi

1988 Casa mia casa mia

1989 Burro; Il volatore di aquiloni

1990 Le comiche; Non più di uno

1991 Piedipiatti

1992 Le comiche 2; Infelici e contenti; Ricky e Barabba

1994 Anche i commercialisti hanno un’anima; Miracolo italiano; Le nuove comiche

1995 Mollo tutto

1996 Papà dice messa

FILMOGRAFIA (regia)

1978 Saxophone

1989 Il volatore di aquiloni

1996 Papà dice messa

FILMOGRAFIA (sceneggiatore)

1976 Sturmtruppen

1977 Tre tigri contro tre tigri

1978 Per vivere meglio divertitevi con noi

1980 Fico d’India

1982 Testa o croce

1983 Mani di fata; Un povero ricco; Questo e quello

 

  (Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page