SELMOSSON Arne Bengt
Silgotene (Svezia), 29.3.1931 – Stoccolma, 22.2.2002.
m. 1,70 – kg. 74
Attaccante
Esordio: 28.9.1958 – Roma – Bari 3-1.
 

Stagione           Serie       Pres.       Reti

1958 - 59           A            33          16
1959 - 60           A            31          13
1960 - 61           A            23            1

Totale                              87          30

Fuoriclasse svedese esploso nell’Udinese del secondo posto in campionato. Passò prima alla Lazio, quindi alla Roma, per la cifra di 135 milioni di vecchie lire, dove fece autentici sfracelli in coppia con Manfredini (in un derby schiantarono i cugini). Ci una vera e propria sommossa popolare da parte dei tifosi biancocelesti e lui li ripagò non esultando dopo aver segnato durante il primo derby da romanista. Punta imprendibile, dallo scatto bruciante e dal preciso tiro in corsa, senza cambiare passo, era soprannominato raggio di luna, per la chioma biondissima. Le sue gesta suggerirono a Garinei e Giovannini un musical di successo, intitolato, appunto, “La padrona di Raggio di luna”. Fu vice-campione del mondo con la sua nazionale ai mondiali del 1958. Tornò, dopo la parentesi romana, a Udine, ignorato da Carniglia. È l’unico calciatore ad aver segnato per entrambe le squadre nel derby romano. Tornato in Svezia, ha lasciato il mondo del calcio. Una curiosità: “Raggio di luna” è anche il nome di un vino prodotto nel Monferrato dalla pregiata azienda vinicola di un certo Nils Liedholm. Sei partite e un gol in Coppa Italia, idem in Coppa U.E.F.A..

 

                                     (Alberto Pallotta e Angelo Olivieri)

 

 

"MAGICA ROMA - storia dei 600 uomini giallorossi"

unmondoaparte