FULCI LUCIO (Roma, 17.6.1927 – ivi, 13.3.1996)

(regista, sceneggiatore, attore)

Il più intellettuale dei nostri registi di genere, il più arrabbiato dei nostri intellettuali. Ha diretto film di ogni genere, ha firmato capolavori del giallo e dell’horror (Non si sevizia un paperino, Sette note in nero, L’aldilà), ha trionfato in Francia e negli Usa, ha schiere di ammiratori (primo fra tutti Roberto Silvestri), ma è ancora tutto da scoprire, anche per colpa di una critica italiana che nei suoi confronti è stata a dir poco ostile. Ha scontato probabilmente il suo irriducibile anticonformismo, il disincanto romano e provocatore, l’impegno bruscamente politico (di estrema sinistra) che l’ha portato, coerentemente, a praticare generi che fossero autenticamente popolari. Un carattere che è riuscito a tradurre in stile: così brutale e diretto da scardinare ogni genere. Non è un caso che ogni volta che s’è accostato alla commedia ha prodotto una farsa: pensiamo soprattutto alla satira erotico-politica di All’onorevole piacciono le donne e alla pochade de La pretora, privi di mezze misure in una struttura fondata sullo shock visivo e narrativo (nel primo caso un politico democristiano represso che diventa maniaco sessuale e viene coperto da un accordo cattomafioso, nel secondo caso una laida provincia veneta che dietro la rispettabilità nasconde vizi sessuali pornografici). Ha esordito nel cinema comico come aiuto regista e sceneggiatore di Steno (cui voleva bene come un padre) e ha firmato capolavori come Totò a colori, Un americano a Roma (sulla paternità del personaggio di Moriconi ebbe problemi con Sordi), Piccola posta, divertendosi ad apparire, grassoccio e riccio, con gli occhialoni, in gag folgoranti: l’impaziente passeggero del vagone letto in Totò a colori, il critico teatrale visionario di Susanna tutta panna. Nel 1959 esordì alla regia dirigendo un ballo di ladri d’ambientazione napoletana, I ladri, con la partecipazione di Totò, ma l’incontro decisivo è con Franco e Ciccio, che incontrò ad un Festival dell’avanspettacolo e che diresse per la prima volta ne I due della legione. Divenne con Simonelli il loro regista migliore, perché sapeva entrare nella comicità della coppia e soprattutto inserirla in contesti fantasiosi, parodistici e avventurosi tenendo sempre presente l’attualità: sono film che hanno dignità visiva, narrativa, comica (come Il lungo, il corto e il gatto che ha un’impostazione macabra anticipatrice dei film successivi) e una valenza satirica progressista. Artista completo (ha scritto racconti deliziosi), amava molto il cinema comico (lo dimostrano due simpatiche commedie a episodi ricche d’attori e caratteristi: Gli imbroglioni e I maniaci), ma non bisogna dimenticare che ha lanciato anche Celentano, per cui ha scritto i primi successi musicali.

FILMOGRAFIA (regia)

1959 I ladri

1962 Colpo gobbo all’italiana; I due della legione; Le massaggiatrici

1963 Uno strano tipo; Gli imbroglioni

1964 I maniaci; I due evasi di Sing-Sing; 00-2 agenti segretissimi; I due pericoli pubblici

1965 Come inguaiammo l’esercito; 00-2 operazione Luna; Come svaligiammo la Banca d’Italia; I due parà

1966 Come rubammo la bomba atomica

1967 Il lungo, il corto, il gatto; Operazione San Pietro

1972 All’onorevole piacciono le donne

1975 Il Cav. Costante Nicosia demoniaco ovvero Dracula in Brianza

1976 La pretora

FILMOGRAFIA (solo sceneggiatore)

1952 Totò a colori

1953 L’uomo, la bestia e la virtù; Ci troviamo in galleria; Un giorno in pretura

1954 Un americano a Roma; Le avventure di Giacomo Casanova; Io sono la Primula Rossa; Totò all’inferno

1955 Buonanotte…avvocato! (n.a.); Piccola posta; La ragazza di Via Veneto

1956 Mio figlio Nerone (n.a.)

1957 Femmine tre volte; Susanna tutta panna (n.a.)

1958 Guardia, ladro e cameriera; Totò nella Luna

1960 Letto a tre piazze; Totò, Peppino e la dolce vita

1962 Nerone ’71 (n.a.)

1967 Due rrringos nel Texas

1968 I due crociati

1972 Ettore lo fusto

1978 Un uomo da ridere (TV)

1989 Night club

FILMOGRAFIA (attore)

1952 Totò a colori

1954 Un americano a Roma

1957 Susanna tutta panna

1967 Due rringos ne Texas

 

 (Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page