PROIETTI LUIGI (Roma, 2.11.1940)

(attore)

“One man show”: sa cantare, ballare, mimare, imitare, monologare con un’abilità camaleontica che ha saputo distillare dal suo autentico ispiratore: Ettore Petrolini. Sa (e deve) stare in scena da solo: è così che da il meglio. Non è una maschera, non è un clown: è tutti quanti insieme. Ha portato nei suoi spettacoli (A me gli occhi please) multiformi e variegati un sentimento ben presente della sua romanità: come emozione, valore storico e temperamentale. Al cinema è rimasto costretto a reprimere la propria personalità scintillante (ha un sorriso smagliante a trentadue denti) in personaggi di fianco (il peccatore “Pattume” di Brancaleone alle crociate che gode alle punizioni; l’amico troppo fedele di Catherine Spaak ne La matriarca; l’oratore funebre di La proprietà non è più un furto) o in protagonisti un po’ sbiaditi (La mortadella, Conviene far bene l’amore, Gli ordini sono ordini), con le notevoli eccezioni di Meo Patacca, Le farò da padre, Casotto, Languidi baci…perfide carezze, in cui sa giocare abilmente con l’avidità, la fanfaronaggine e la vigliaccheria, che sono i lati più perspicui della sua recitazione. Più recentemente è stato una multiforme guida turistica ne Gli innocenti vanno all’estero ed un professore omosessuale ne I panni sporchi. Ha avuto esperienze anche internazionali con Altman, Kotcheff e Tavernier, comunque poco soddisfacenti. La sua interpretazione migliore, storica, è naturalmente quella dello scommettitore ippico Mandrake in Febbre da cavallo: grazie a Steno, riesce finalmente ad esprimere compiutamente anche al cinema la sua prepotente gioiosa vitalità (formidabile è qui il suo “sorriso magico”, capace di vincere ogni resistenza) inserendola in un contesto esemplarmente romano. Proietti è insieme universale e locale, consapevolmente: ed ora sembra giunta l’ora di riprendere il suo personaggio.

FILMOGRAFIA

1965 Le piacevoli notti

1967 La ragazza del bersagliere; Lo scatenato

1968 La matriarca

1970 Brancaleone alle crociate

1971 La mortadella

1972 Meo Patacca; Gli ordini sono ordini

1973 La Tosca; La proprietà non è più un furto

1974 Le farò da padre

1975 Conviene far bene l’amore

1976 Febbre da cavallo; Languidi baci…perfide carezze; Chi dice donna dice donna (ep. Papà e mamma, Non ci sposano); Bordella

1977 Casotto

1978 Un matrimonio; Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi d’Europa

1979 Due pezzi di pane

1980 Non ti conosco più amore

1983 Gli innocenti vanno all’estero; FF.SS. cioè che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?

1984 Mi faccia causa

1988 Rimini Rimini un anno dopo

1999 I panni sporchi

2002 Febbre da cavallo – La mandrakata

(Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page