DE ROSA FRANCESCO (Napoli, 25.5.1952- Umbria, 2.12.2004)

(attore)

«Pronto Pomà, so’ Felice…», «E beato te che sei felice!»: ecco lo scambio di battute con cui Francesco De Rosa è entrato nella storia del costume italiano, una di quelle battute che a Roma ha sostituito i logori convenevoli di presentazione («Ah, sì, quella roba tipo…Piacere…piacere» avrebbe detto Totò). E così il bassino e scattante De Rosa (volto scarno e mento appuntito di lunga tradizione napoletana), attore teatrale lanciato al cinema da Steno (il ladruncolo “Mani d’oro” in trasferta asiatica di Piedone a Hong Kong), una carriera buona ma oscura con Scola (cameriere di tre generazioni in Ballando ballando), Fellini, Todini (il figlio di Dante Cruciani ne I soliti ignoti vent’anni dopo, ancora un riferimento a Totò) e Vanzina, interpretando (casualmente: il ruolo doveva essere di Andreasi) il calpesto e sparuto guardamacchine Felice Roversi, scommettitore incallito ma nullatenente di Febbre da cavallo, è diventato uno di quei pochi attori che hanno saputo entrare nell’immaginario collettivo degli spettatori per non uscirne mai più.  

FILMOGRAFIA

1975 Piedone a Hong Kong; La madama

1976 San Pasquale Baylonne protettore delle donne; Febbre da cavallo; Il Casanova di Federico Fellini

1977 Kakkientruppen

1979 Tutti a squola; L’importante è non farsi notare

1980 Si salvi chi vuole

1981 Pierino medico della SAUB

1983 Ballando ballando

1984 Così parlò Bellavista

1985 I soliti ignoti vent’anni dopo

1987 Oci ciornie

1990 C’è posto per tutti

1991 Piedipiatti

1992 Saint Tropez Saint Tropez

1994 SPQR – 2000 e ½ anni fa

1997 Banzai

1999 I fobici (ep. Tutto un tic)

 (Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page