MONTESANO ENRICO (Roma, 7.6.1945)

(attore, sceneggiatore, regista)

S’è fatto notare in due storici cabaret romani: il Puff e il Bagaglino. Eccelle nelle imitazioni (è bravissimo a fare Totò) ed ha una capacità innata di creare personaggi e macchiette (il sor Torquato, la romantica donna inglese) cambiando fisionomia e modulando i toni della voce. Al cinema, dopo una decina di musicarelli in cui fungeva da riempitivo comico, ha debuttato al fianco Alighiero Noschese in una serie di farse molto movimentate, in cui le qualità mimiche dell’attore erano comunque subordinate al ritmo narrativo (Io non scappo…fuggo, Il terrore con gli occhi storti). Il grande successo ottenuto con La signora è stata violentata (dove è un prete esorcista) lo affranca dalla coppia comica e gli permette di iniziare una carriera ricca di successi, fino a metà degli anni ’90, quando i suoi interessi tornano a rivolgersi al teatro e alla televisione (presentò un memorabile Fantastico nel 1988). L’aspetto piacevole e la proteiformità della recitazione gli hanno permesso di disegnare spesso personaggi di professionisti timidi e imbranati in brillanti pochade, eleganti e un po’ asettiche, dirette da Capitani (Aragosta a colazione, Odio le bionde), Severino (Tutti possono arricchire tranne i poveri), Steno (Quando la coppia scoppia); oppure stravaganze fantastiche (Le braghe del padrone) e storiche (Tutto suo padre). Tuttavia l’attore, che ha anche diretto un film poco rilevante (A me mi piace), funziona meglio quando recupera le proprie origini romane e sfuma la frenesia recitativa in una serenità proletaria. In questo senso, i migliori risultati li consegue sotto la regia di Steno, Ponzi, Sergio Corbucci, e soprattutto Festa Campanile che ne sanno sottilneare lepidamente le sfumature farsesche (L’Italia s’è rotta, Il conte Tacchia, Il volpone) e malinconico-fiabesche (Qua la mano, Culo e camicia). Sono ruoli in cui si misurano le ambizioni dell’attore di disegnare emblematiche figure di popolani furbi e vitali, talvolta sciagurati, come i suoi tre personaggi indiscutibilmente meglio riusciti (tra le creazioni più memorabili di un intero genere): lo scommettitore accanito di Febbre da cavallo; il proletario travestito di Più bello di così si muore; lo sfortunato vagabondo de Il ladrone, che incrocia mortalmente il suo percorso con quello di Gesù.

FILMOGRAFIA (attore)

1968 Donne, botte e bersaglieri

1969 I quattro del Pater Noster

1970 Io non scappo…fuggo; Io non spezzo…rompo

1971 Io non vedo, tu non parli, lui non sente; Causa di divorzio; Il furto è l’anima del commercio?!

1972 Boccaccio; Il prode Anselmo e il suo scudiero; Il terrore con gli occhi storti

1973 La signora è stata violentata

1975 Quaranta gradi all’ombra del lenzuolo (ep. Soldi in bocca); Amore vuol dir gelosia

1976 Remo e Romolo – Storia di due figli della lupa; Febbre da cavallo; L’Italia s’è rotta; Spogliamoci così, senza pudor; Tutti possono arricchire, tranne i poveri

1977 Nerone; Tre tigri contro tre tigri; Il marito in collegio; Stato interessante; Pane, burro e marmellata

1978 Tutto suo padre; Melodrammore; Le braghe del padrone; Io tigro, tu tigri, egli tigra

1979 Aragoste a colazione; Il ladrone

1980 Qua la mano (ep. Sto così col Papa); Odio le bionde

1981 Camera d’albergo; Quando la coppia scoppia; Culo e camicia (ep. Il televeggente)

1982 Più bello di così si muore; Grand Hotel Excelsior; Il conte Tacchia; Il paramedico

1983 Sing Sing

1984 I due carabinieri; Sotto…sotto…strapazzato da anomala passione; Mi faccia causa

1985 A me mi piace

1986 Il tenente dei carabinieri; Grandi magazzini

1987 Noi uomini duri; I picari

1988 Il volpone

1991 Piedipiatti

1992 Caino & Caino

1994 Anche i commercialisti hanno un’anima

2002 Febbre da cavallo – La mandrakata

FILMOGRAFIA (solo sceneggiatore)

1977 Melodrammore; Pane, burro e marmellata

1978 Tutto suo padre

1981 Il paramedico

1986 Il lupo di mare

FILMOGRAFIA (regia)

1985 A me mi piace

  (Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page