D’ANGELO GIANFRANCO

(Roma, 19.8.1936)
(attore)
Come tutti i comici grandi parlatori (da Chiari a Grillo) non ha avuto grande fortuna nel cinema. Proveniente dal teatro di cabaret, è stato uno dei punti di forza del Bagaglino, prima di riscuotere in televisione un successo nazionale in Drive In. Tondo e pacioccone, coi fitti capelli ricci, s’è dedicato a caratterizzazioni fin troppo spinte verso la caricatura (anche fisicamente), disegnando personaggi stralunati e nevrotici, pieni di tic e manie. Nel filone scolastico (L’insegnante, La liceale, La compagna di banco) era specializzato nella macchietta del professore frustrato e fascista (con l’eccezione di Classe mista, dov’era un bidello), mentre per Pingitore fu il sabino (cioè burino) Tito Tazio in Remo e Romolo, un isterico Tigellino in Nerone e un viscido porporato in Scherzi da prete.


FILMOGRAFIA
1970 Nel giorno del Signore; Io non scappo…fuggo
1974 Quattro marmittoni alle grandi manovre
1975 Mondo candido; L’insegnante; Grazie nonna; La liceale; Remo e Romolo – Storia di due figli di una lupa
1976 Una bella governante di colore; La compagna di banco; La dottoressa del distretto militare; La poliziotta fa carriera; Ecco lingua d’argento; Classe mista; La professoressa di scienze naturali
1977 Grazie tante e arrivederci; Maschio latino cercasi (ep. Accadde a Napoli); Per amore di Poppea; Kakkientruppen; Nerone; Taxi girl
1978 L’insegnante va in collegio; La liceale nella classe dei ripetenti; Scherzi da prete
1979 Io zombo, tu zombi, lei zomba
1980 La settimana bianca
1982 Giovani, belle…probabilmente ricche; Biancaneve & Co.; La gorilla
1988 Rimini Rimini – Un anno dopo
 

 (Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page