DE SICA CHRISTIAN (Roma, 5.1.1951)

(attore, regista, sceneggiatore)

Disegnamo un triangolo isoscele ed assegnamo ad ogni vertice un attore: i due della base sono rappresentati da Vittorio e Christian De Sica, quello alto da Alberto Sordi. Così abbiamo realizzato sia la continuità artistica che la successione cronologica tra i tre attori-registi. Del padre ha l’impostazione gestuale e vocale, soprattutto nei personaggi altoborghesi col birignao (cui lui aggiunge una persuasiva volgare leziosità criptofrocia), donnaioli azzimati che stanno a metà tra l’ingenuità dell’autista di Gli uomini, che mascalzoni… e l’impenitenza del maturo maresciallo Carotenuto di Pane, amore e fantasia (cui si rifà letteralmente nel televisivo Anni ’50 dei Vanzina). Di Sordi ha la balordaggine, la sbruffoneria, l’infingardaggine volgare dei suoi tipici personaggi, nei film diretti da Carlo Vanzina, in cui l’attore disegna una galleria di mostri vecchi e nuovi. Insomma, è un vero erede della migliore commedia italiana (esemplare il ruolo del pretore Pennisi in Mi faccia causa) e di suo aggiunge una candida grulleria che lo rende inizialmente tenero e sfigato - il giovane Daniele sfruttato per l’incredibile potenza orgonica in Conviene far bene l’amore, l’esausto e opaco borghese catanese nell’immobile Sicilia di Giovannino, l’incapace studente Lo Cascio di Liquirizia - e poi, progressivamente sempre più mostruoso, con un gusto della gag fulminante: il dandy Attilio di Mi faccio la barca, l’arricchito omosessuale di Vacanze di Natale, i sempreverdi seduttori falliti e cialtroni (come il coattissimo Tony Brando di Compagni di scuola), i personaggi corrotti e volgari come il Cesare Atticus di SPQR. La sua romanità pariolina scardinata e scardinante ha funzionato benissimo in coppia con il milanese Boldi, non altrettanto purtroppo nei film diretti in proprio, dove ha mostrato un’assoluta e preoccupante (perché probabilmente irreversibile) incapacità di controllare una materia narrativa poco fine, oltrettutto accoppiata ad ambizioni di parabola di costume che l’hanno spedito nella volgarità gratuita (Ricky e Barabba, Simpatici & antipatici).

FILMOGRAFIA (attore)

1974 La cugina

1975 Conviene far bene l’amore; La madama

1976 Bordella; Giovannino

1979 Liquirizia; Il malato immaginario

1980 Un amore in prima classe; Mi faccio la barca

1981 Teste di quoio; Casta e pura

1982 Borotalco; Viuuulentemente…mia; Sapore di mare; Grog

1983 Acqua e sapone; Vacanze di Natale

1984 Mi faccia causa; Vacanze in America

1985 Asilo di polizia; I pompieri

1986 Grandi magazzini; Yuppies – I giovani di successo; Yuppies 2

1987 Bellifreschi; Missione eroica – I pompieri 2; Montecarlo Gran Casinò

1988 Compagni di scuola

1989 Night club; Fratelli d’Italia

1990 Vacanze di Natale ‘90

1991 Vacanze di Natale ’91; Il conte Max

1992 Anni ’90; Ricky e Barabba

1993 Anni ’90 – Parte III

1994 SPQR – 2000 e ½ anni fa

1995 Uomini uomini uomini; Vacanze di Natale ‘95

1996 Tre; A spasso nel tempo

1997 A spasso nel tempo – L’avventura continua

1998 Simpatici e antipatici; Paparazzi

1999 Tifosi; Vacanze di Natale 2000        

2000 Bodyguards – Guardie del corpo

2001 Merry Christmas

2002 Natale sul Nilo

2003 Natale in India

2004 Christmas in love

2005 The clan

 (Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page