VITALI ALVARO (Roma, 3.2.1950)

(attore)

Naturalmente bisogna stare alle regole del gioco. Se i giovani turchi della critica sinistra ne hanno fatto per anni il simbolo della rivolta naïf alla cultura paludata, piegando i suoi lazzi da caserma secondo le loro intenzioni sofitisticate e snob, allora è inutile poi piangere sull’arretramento culturale e abbandonare l’attore al suo destino quando si intravede il vuoto spinto nei film in cui è protagonista assoluto. Se invece lo si è aggredito per anni fino all’insulto («tappetto con la faccia da scemo» lo definisce finemente Morandini), allora è ipocrita stare poi a dire, però quando recitava con Fellini… Però, niente. Fellini, con il suo fiuto infallibile per i volti formidabili, aveva intuito immediatamente le potenzialità comiche del viso sfrontato e allocchito di Vitali e l’aveva indirizzato giustamente verso il suo personaggio di sempre: il ragazzetto mai cresciuto che non sa quello che fa e se lo sa è per fare scherzi scemi. In Amarcord ci sono in germe tutti i film del filone scolastico, militare e ospedaliero. Vitali è un comico che fa ridere perché risveglia gli istinti goliardici sommersi in ognuno di noi. Certo i suoi Pierini sono brutti quanto proverbiali (e hanno avuto la colpa di aver generato un sottofilone tra i più squallidi del cinema italiano), ma l’attore è sempre divertente e nelle farse sboccate e piccanti di Cicero, Laurenti & co., funziona a meraviglia (La soldatessa alle grandi manovre, Dove vai se il vizietto non ce l’hai?), mentre Paulo Roberto Cotechiño centravanti di sfondamento è il canto del cigno di un’epoca. Ridotto al silenzio, negli ultimi anni ogni suo rientro si è risolto in un fallimento. Magari si sarebbe potuto tentare con lui quello che hanno tentato Steno e Citti, che sono riusciti a piegare la maschera dell’attore secondo le loro esigenze: il primo inserendolo nei meccanismi classici di una commedia d’altri tempi (La poliziotta, dove è un babbeo alla Sorrentino), il secondo sublimando gli istinti sporcaccioni nel memorabile Mortacci. Era tanto difficile?

FILMOGRAFIA

1969 Fellini Satyricon

1970 I clown

1972 Roma; Meo Patacca; Che?

1973 Mordi e fuggi; Amarcord; La Tosca; Rugantino; Polvere di stelle

1974 L’arbitro; Quattro marmittoni alle grandi manovre; Romanzo popolare; La poliziotta; Profumo di donna; Il colonnello Buttiglione diventa generale

1975 La pupa del gangster; L’insegnante; Malìa - Vergine e di nome Maria; La liceale; Due cuori una cappella; Frankenstein all’italiana

1976 La poliziotta fa carriera; Telefoni bianchi; Classe mista; La dottoressa del distretto militare; La professoressa di scienze naturali; Spogliamoci così senza pudor… (ep. Il detective); La dottoressa sotto il lenzuolo; La segretaria privata di mio padre

1977 La compagna di banco; La Vergine, il Toro e il Capricorno; Taxi girl; Per amore di Poppea; La soldatessa alla visita militare

1978 La soldatessa alle grandi manovre; L’insegnante va in collegio; L’insegnante viene a casa; La liceale nella classe dei ripetenti; Scherzi da prete

1979 L’infermiera di notte; Dove vai se il vizietto non ce l’hai?; L’insegnante balla con tutta la classe; La poliziotta della squadra del buoncostume; La liceale seduce i professori; La liceale, il diavolo e l’acquasanta (ep. Amore e manette); L’infermiera nella corsia dei militari; Cocco mio

1980 L’insegnante al mare con tutta la classe; La dottoressa ci sta col colonnello; La ripetente fa l’occhietto al preside; La liceale al mare con l’amica di papà

1981 La dottoressa preferisce i marinai; L’onorevole con l’amante sotto il letto; La poliziotta a New York; Pierino contro tutti; Pierino medico della S.A.U.B.

1982 Pierino colpisce ancora; Giggi il bullo; Gian Burrasca

1983 Paulo Roberto Cotechiño centravanti di sfondamento; Il tifoso, l’arbitro e il calciatore (ep. L’arbitro e il calciatore)

1989 Mortacci

1990 Pierino torna a scuola

1992 Pierino Stecchino

1995 Club vacanze

1996 L’antenati tua e de Pierino

 

  (Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page