CELI ADOLFO (Messina, 27.7.1922 – Roma, 19.2.1986)

(attore, regista, sceneggiatore)

Indimenticabile Sassaroli della serie Amici miei, irresponsabile chirurgo che rimanda una delicata operazione per una scampagnata con i suoi compari, Adolfo Celi, naso aquilino, capelli bianchi, ci ha regalato interpretazioni di grande comicità, come quella nella parte del giudice scommettitore di Febbre da cavallo, alternandole a ruoli più squisitamente seri, diretto da registi del calibro di Luis Buñuel (Il fantasma della libertà). E’ stato un celebre cattivo di polizieschi e gialli internazionali (fu uno dei più memorabili antagonisti di James Bond in Thunderball, ma a vederlo coi capelli neri in Un americano in vacanza faceva impressione) e nella commedia ha ripresentato la sua recitazione affilata e sarcastica, in personaggi di grossa taglia, virtuosi del sadismo, talvolta di una buffoneria marionettistica (Brancaleone alle crociate, Le braghe del padrone), talvolta con un’aria truce puntualmente sbugiardata (il felice Carcamano di Professor Kranz tedesco di Germania). Più raramente ha impersonato personaggi positivi, ma quando l’ha fatto ha mostrato un’asciutta e brusca tenerezza come in Cafè express, dov’era un comprensivo ispettore. Dopo aver studiato all’Università di Messina e all’Accademia d’Arte Drammatica di Roma, cominciò a lavorare come attore e regista teatrale. Nel 1945 si trasferì in Brasile, diventando direttore del Teatro di San Paolo e, successivamente, dell’Opera di Rio. Diresse anche alcuni film brasiliani e una toccante confessione privata, L’alibi. Una crisi cardiaca privò l’Italia di un grande attore.

FILMOGRAFIA (come attore)

1945 Un americano in vacanza

1948 Natale al campo 119; Proibito rubare

1950 Caiçara

1952 Tico-Tico no Fubà

1964 Tre notti d’amore (ep. La moglie bambina); Le belle famiglie (ep. Amare è un po’ morire)

1965 Slalom

1966 Le piacevoli notti; El Greco

1968 Sette volte sette; L’alibi

1969 L’Arcangelo

1970 Brancaleone alle crociate

1975 Amici miei

1976 L’affittacamere; Come una rosa al naso; Febbre da cavallo; La moglie di mio padre; Signori e signore, buonanotte (ep. L’ispettore Tuttunpezzo); Che notte quella notte

1977 Pane, burro e marmellata

1978 Le braghe del padrone; Professor Kranz tedesco di Germania

1980 Cafè express

1981 Innamorato pazzo

1982 Amici miei atto II

1983 Cenerentola ’80

1985 Amici miei atto III

FILMOGRAFIA (come regista e sceneggiatore):

1950: Caiçara

1952: Tico-Tico no Fubà

1969: L’alibi (in collaborazione con V. Gassman e L. Lucignani)

 

 (Andrea Pergolari)

 

 

Ti è piaciuta questa scheda? Acquista on line il "Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana"!!! e comunque, consulta le altre schede!!!


  torna all'home page